Cerca
  • peppepaletta

"Ponte alla Luna" a Sasso di Castalda

Quando ti trovi a 107 metri di altezza con un imbrago e due cavi d’acciaio pensi a due cose:


1) sono fuori di testa seriamente...

2) è una figata pazzesca...


I ponti tibetani di Sasso di Castalda (Ponte Petracca e Ponte alla Luna) ti consentono di percorrere circa 500 metri tra la terra e il cielo. Il percorso dei ponti tibetani di Sasso di Castalda si sviluppa sulle sponde del “Fosso Arenazzo” che si apre proprio ai piedi del suggestivo centro storico. Attraverso le stradine che si diramano tra le caratteristiche abitazioni in pietra del centro storico, si raggiunge la partenza del primo ponte, lungo 95 metri e sospeso a circa 70 metri di altezza, attraverso il quale si giunge alla sponda opposta su un versante caratterizzato da formazioni geologiche caratteristiche.

Percorrendo il sentiero lungo la sponda del “Fosso” si supera la cappella votiva e si raggiunge in 15 minuti la partenza dell’impressionante “Ponte alla Luna”.

Con una campata unica di ben 300 metri e sospesi nel vuoto a 120 metri di altezza

dal torrente sottostante, si raggiunge letteralmente attraverso l’aria,

il rudere del castello che domina dall’alto il villaggio.

Inizialmente ti sentì il cuore a mille, come se ti si stesse sfondando lo sterno da un momento all’altro, poi ti abitui e continui benedicendo i moschettoni.


Brunori scrive ad un certo punto:

“Ma vedrai che andrà bene

andrà tutto bene

tu devi solo metterti a camminare

raggiungere la cima di montagne nuove

tu devi solo smettere di gridare

e raccontare il mondo con parole nuove”


3 visualizzazioni

Instagram stories